Saluto romano a funerale: Digos a lavoro

La Procura di Sassari ha affidato alla Digos ulteriori accertamenti sull'episodio del saluto romano, con tanto di picchetto e "chiamata del presente", dello scorso 2 settembre sul sagrato della chiesa di San Giuseppe a Sassari per il funerale del docente universitario Giampiero Todini. Per quelle esequie il procuratore capo Gianni Caria e il suo sostituto Paolo Piras hanno già iscritto 23 persone sul registro degli indagati, fra cui il figlio del defunto, Luigi Todini, e il responsabile cittadino di CasaPound, Andrea Farris. L'ipotesi di reato contestata, per il momento, è quella di partecipazione a manifestazioni fasciste. Reato previsto dall'articolo 5 della cosiddetta "Legge Scelba" del 1952. Gli accertamenti richiesti dalla Procura riguardano non solo l'identificazione delle altre persone, oltre alle 23 già indagate, che hanno fatto il saluto romano, ma sono anche rivolte a verificare se esista un gruppo organizzato e quali siano le sue eventuali attività.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Stintino

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...